Articolo

Menu

Sei nel settore: Addetti stampa e comunicatori


Giornalisti consulenti, la nuova frontiera delle collaborazioni

Anche in Italia, sull’esempio di quanto avviene da tempo negli stati anglosassoni, c'è l'esigenza di giornalisti consulenti.

In Europa e negli Stati Uniti le aziende pubbliche e private affidano la propria commercializzazione a professionisti che comunicano per mestiere e conoscono le logiche dei mezzi di informazione. Tendenza che anche in Italia sta prendendo piede.

L’impresa, quindi, non assume dipendenti o collaboratori in pianta stabile, ma freelance specialisti della comunicazione, cui si affida il compito di redigere un comunicato stampa o di organizzare una vera e propria campagna di comunicazione.

In particolare, sono le imprese di piccole e medie dimensioni, prive di un apposito ufficio per le relazioni esterne, a rivolgersi a questi professionisti per ovviare ad errori strategici come comunicati stampa prolissi, che non attirano l’attenzione del lettore e redatti con una terminologia inappropriata, burocratica e di settore.

Ma veniamo alle caratteristiche di questa nuova figura professionale. Non un dipendente o un collaboratore in pianta stabile dell’impre-
sa, ma uno specialista della comunicazione «in affitto», chiamato in causa quando per redigere un comunicato stampa od organizzare una vera e propria campagna di comunicazione, quando si tratta di realizzare un house organ o preparare una relazione aziendale.

Un professionista free-lance, dunque, che opera senza vincoli di esclusiva per un committente. Allo stesso modo in cui chi ha bisogno di chiarificazioni legali si rivolge normalmente a un avvocato e chi necessita di consulti fiscali va da un commercialista, le aziende chiedono ai giornalisti di risolvere specifiche problematiche di comunicazione.

Niente di strano: un giornalista è abituato a capire quale sia la notizia e di conseguenza a valorizzarla o a individuarla ex novo su una base oggettiva, massimizzando il ritorno dell’utilizzo del canale prescelto. Imprese a caccia di comunicatori.

Quella di giornalista-consulente è figura che deve la sua diffusione essenzialmente a due necessità dell’impresa moderna: da una parte, ridurre i costi fissi a vantaggio di quelli che sono in relazione con una specifica strategia che si vuole attuare, dall’altra, l’imprescindibilità di individuare i
canali giusti per penetrare nel mare magnum dell’informazione, puntando sul linguaggio corretto e i contatti con chi opera nel mondo
dell’informazione.

Spesso, infatti, i comunicati stampa delle aziende sono troppo lunghi, scritti in burocratese, con troppi preamboli e caratteri tipografici poco chiari. Inoltre vengono inviati  in maniera generalizzata a tutti i media e finiscono con l’essere percepiti dal giornalista che li riceve alla stregua dello spamming.

Al momento non vi sono statistiche sull’andamento di mercato diquesta professione, ma basta fare un giro tra le aziende per riscontrare la crescente domanda verso questi professionisti.

E le maggiori richieste arrivano dalle piccole e medie imprese che, diversamente dalle grandi, raramente hanno a disposizione risorse interne destinate alla comunicazione, né possono permettersi contratti onerosi con le società specializzate nel settore.

Anche perche' ogni  impresa ha una storia da raccontare e necessita di comunicarla, attraverso i canali più adatti. Che sia l’ufficio stampa, la scrittura di testi per il sito, copywriting per brochure o newsletter, guide o blog. O attraverso piccoli eventi. Creando coerenza fra comunicazione online e offline.

Il giornalista consulente è naturalmente soprattutto un esperto di comunicazione digitale. Molte delle funzioni che deve espletare sono quelle del:
1. SEO Specialist
2. Web Advertising Specialist
3. Social Media Manager
4. E-Commerce Specialist

Standard la retribuzione? Si va dai 150 euro per la stesura di un comunicato stampa, agli 800 euro per lo sviluppo di contatti con un preciso target di testate giornalistiche.

L’identikit del giornalista consulente:
• Doti di comunicazione
• Capacità di scrittura
• Abilità nel tessere relazioni con i media preferibile nel campo giornalistico, attraverso stage o anni di lavoro.

 

(inserito il 27/02/2024)

Potrebbero interessarti anche questi articoli

> articolo versione desktop

INFOCITY per lavorare nel giornalismo e nella comunicazione
INFOCITY Copyright - P. IVA 11358080155 - Tutti i diritti riservati